Zitiello Associati logo

Comunicazione della Commissione Europea del 13 maggio 2020

Il 13 maggio 2020 la Commissione Europea ha pubblicato una Comunicazione in cui si espone un piano d’azione per l’adozione di una nuova politica integrata e un nuovo quadro normativo dell’Unione in materia di antiriciclaggio (AML) e contrasto al finanziamento del terrorismo (CFT).

Il nuovo sistema ipotizzato a grandi linee dalla Commissione dovrebbe fondarsi sulla redazione di un corpus normativo armonizzato e sulla istituzione di una vigilanza europea AML/CFT mediante la costituzione di una nuova autorità di vigilanza a livello UE o mediante il potenziamento dell’ABE.

Tale autorità, in ogni caso, sarebbe chiamata ad operare in stretta cooperazione con le autorità nazionali competenti allo scopo di garantire una vigilanza coerente e armonizzata all’interno del mercato unico.

La Commissione propone poi di istituire un meccanismo di coordinamento europeo per le unità di informazione finanziaria degli Stati membri, al fine di migliorare l’efficacia del loro intervento, e di procedere all’interconnessione dei registri nazionali centralizzati dei conti bancari, consentendo un accesso transfrontaliero più rapido alle informazioni sui conti bancari da parte delle autorità.
In relazione al descritto piano d’azione, la Commissione ha avviato una pubblica consultazione mediante la predisposizione di un questionario da compilare entro il 29 luglio 2020.