Zitiello Associati logo

Aggiornamento n. 34 della Circolare 285/2013 di Banca d’Italia del 22 settembre 2020

Con il trentaquattresimo aggiornamento della Circolare n. 285 del 17 dicembre 2013 (la “Circolare 285”), Banca d’Italia ha dato attuazione, inter alia, agli Orientamenti dell’EBA in materia di esternalizzazione (Guidelines on outsourcing, EBA/GL/2019/02, gli “Orientamenti EBA”).   L”l’attuazione degli Orientamenti EBA ha comportato l’aggiornamento della Parte Prima, Titolo IV, Sezioni I, IV, V e IX del Capitolo 3 e Sezione VI del Capitolo 4 della Circolare 285 e, in parte, è avvenuta anche attraverso un rinvio integrale agli Orientamenti EBA   Tra le principali novità si segnalano: – l’obbligatoria tenuta di un registro aggiornato delle attività esternalizzate; – la valutazione del rischio di concentrazione relativo ai fornitori di servizi in tutte le fasi dell’esternalizzazione; – l’integrazione nei contratti di clausole dettagliate su diritti di accesso e audit, sicurezza e integrità dei dati, strategia di uscita e continuità operativa.   In un’ottica di semplificazione della normativa ed in linea con quanto previsto dagli Orientamenti EBA, gli intermediari dovranno fornire un’informativa preventiva a Banca d’Italia o alla BCE dell’intenzione di esternalizzare una funzione essenziale o importante, tuttavia tale preventiva informativa non determina più la possibilità di avviare un procedimento amministrativo di divieto dell’esternalizzazione.   In particolare, dopo l’approvazione da parte degli organi competenti e prima di dare corso all’esternalizzazione di funzioni essenziali o importanti, gli intermediari dovranno inviare all’autorità di vigilanza un’informativa contenente le informazioni di cui al paragrafo 54 degli Orientamenti dell’EBA. Le nuove norme introducono, inoltre, un obbligo di notifica anche quando un’attività già esternalizzata è riclassificata dall’intermediario come funzione essenziale o importante.   Tali disposizioni entrano in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sul sito web della Banca d’Italia, ossia il 24 settembre 2020 così come indicato sul sito di Banca d’Italia e si applicano a tutti gli accordi di esternalizzazione conclusi, rinnovati o modificati a partire da tale data.   Gli intermediari, entro la fine del 2021, dovranno completare il registro delle attività esternalizzate con la documentazione di tutti gli accordi di esternalizzazione esistenti (ad eccezione degli accordi di esternalizzazione a fornitori di servizi cloud, per i quali il registro è già applicabile) e adeguare i contratti già esistenti alle nuove disposizioni.     Leggi qui    

La digitalizzazione dei rapporti con la clientela e il collocamento a distanza di prodotti bancari, finanziari e assicurativi

La digitalizzazione dei rapporti con la clientela e il collocamento a distanza di prodotti bancari, finanziari e assicurativi – 29-30 settembre 2020 – Relatore: Fabio Coco – L’Avv. Fabio Coco ha parlato degli Orientamenti dell’EBA in materia di outsourcing recentemente recepiti da Banca d’Italia. Per informazioni e iscrizioni: info@paradigma.it Scarica la brochure  

MiFID II – Aggiornamenti operativi ESMA e CONSOB e prospettive di riforma

MiFID II – Aggiornamenti operativi ESMA e CONSOB e prospettive di riforma – 24-25 settembre 2020 – Relatori: Fabio Coco e Francesco Mocci – L’Avv. Coco ha parlato dell’innovazione tecnologica nel settore finanziario, di crypto-asset e di open finance. L’Avv. Mocci parlerà della rendicontazione ex post dei costi e oneri, alla luce degli aggiornamenti delle Q&A Esma e dei recenti interventi Consob. Per informazioni e iscrizioni: info@paradigma.it. Scarica la brochure.pdf  

Il fattore S

Il “fattore S”, ossia il livello di servizio, come elemento sempre più importante e valorizzato dalla normativa di riferimento nei processi distributivi. Intervento di Luca Zitiello su Private di settembre. Leggi qui